Menu di Natale

HandPiesLegumi

Un menu di natale pensato per stupire chi ancora pensa che essere vegani voglia dire mangiare solo erba e null’altro. Ma anche un menu pensato per deliziare e sorprendere i vegani più intransigenti.

MENU DI NATALE – ANTipasto: Tartine con paté di fagioli e olive

INGREDIENTI

x 1 vassoietto di tartine

30 g di fagioli borlotti

2 cucchiai di olive nere denocciolate

1 cucchiaino di capperi dissalati

un cucchiaino di origano

1 pezzetto d’aglio

un punta di noce moscata

1 cucchiaino di salsa di soia

Q.b. sale

8 fette di pane in cassetta

+ qualche pomodoro secco sott’olio, qualche cetriolino sott’aceto, qualche oliva, origano e peperoncino in polvere

PROCEDIMENTO

1. Scola molto bene i fagioli togliendo quanta più acqua possibile. Assicurati anche che siano freddi (meglio se di frigorifero).

2. Frullali con le olive, i capperi, l’origano, l’aglio, la noce moscata e la salsa di soia, fino ad ottenere una crema liscia.

3. Assaggia ed aggiusta di sale se necessario.

4. Mantieni il paté in frigorifero fino al momento di servirlo.

5. Rimuovi la crosta dalle fette di pane e poi tagliale a croce in 4 quadratini.

6. Guarnisci le tartine con un po’ di paté (puoi servirti di una sac à poche con una punta a stella per renderle più graziose) e decorle in maniera varia rifinendole con qualche pezzetto di pomodoro secco o di cetriolino sott’aceto, qualche oliva, origano e peperoncino in polvere.

MENU DI NATALE – Primo piatto: Linguino al sugo cremoso di cavolfiore con briciole

INGREDIENTI x2 persone

200 g di linguine

130 ml di passata di pomodoro

1 spicchio d’aglio

2 cucchiai di lievito alimentare

1 rametto di rosmarino

300 g di cavolfiore

Q.b. pepe

1 fetta di pane

Q.b. peperoncino (facoltativo)

PROCEDIMENTO

1. Lava e dividi il cavolfiore in due parti: taglia in pezzettoni la prima parte e trita grossolanamente la seconda.

2. Metti a soffriggere uno spicchio d’aglio, un rametto di rosmarino ed un po’ di peperoncino in una padella con 2 cucchiai d’olio evo.

3. Aggiungi della passata di pomodoro e poi la metà di cavolfiore tagliata in pezzettoni.

4. Sala, aggiungi un goccio d’acqua, poi copri e lascia cuocere fino a che il cavolfiore non è ben morbido.

5. Rimuovi aglio e rosmarino e frulla il sugo con il cavolfiore, aggiungendo 2 cucchiai di lievito alimentare e regolando di sale.

6. Scalda in una padella a parte un cucchiaino d’olio evo e poi saltaci la seconda metà di cavolfiore (quello tritato).

7. Condiscilo con sale e pepe, poi, quando comincia ad abbrustolirsi leggermente, sbriciola la fetta di pane ed aggiungicela. Salta ancora fino a che il pane è ben dorato, poi lascia da parte.

8. Cuoci le linguine in acqua bollente salata e scolale al dente, poi saltale in padella con il sugo cremoso ed un po’ della loro acqua di cottura.

9. Servi le linguine con sopra le briciole di pane e cavolfiore ed un filo d’olio evo a crudo.

MENU DI NATALE – Secondo piatto: hand pies ripiene di legumi

INGREDIENTI x4 tortine

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare da 230 g (si trova già pronta, verifica che non ci sia il burro fra gli ingredienti)

1 piccola carota

un pezzetto di sedano

1 pezzetto di porro

Mezza cipolla

1 spicchio d’aglio

Mezza tazza di ceci cotti

2 cucchiai di nocciole

3 funghi secchi

2 pomodori secchi

Mezzo cucchiaino di alloro

1 tazza di lenticchie cotte

Mezzo cucchiaino di rosmarino tritato

1 cucchiaino di paprika affumicata

Mezzo cucchiaino di pepe macinato

1 pizzico di noce moscata

un cucchiaino di miso

1 tazzina di vino rosso

Q.b. latte vegetale al naturale

PROCEDIMENTO

1. Lascia fuori frigo la pasta sfoglia mentre prepari il ripieno.

2. Prepara il ripieno tritando carota, sedano, cipolla, porro ed aglio. Mettili a soffriggere in padella con due o tre cucchiai d’olio.

3. Trita anche i ceci con le nocciole, i funghi ed i pomodori secchi ed aggiungili al soffritto in padella.

4. Aggiungi in padella le lenticchie, poi condisci con alloro, rosmarino, pepe, paprika affumicata e pasta di miso.

5. Lascia insaporire per qualche istante a fiamma medio alta, poi sfuma con del vino rosso e cuoci a fiamma bassa fino a che il vino è completamente evaporato, ottenendo un ripieno morbido ma asciutto.

6. Aggiusta di sale se necessario e lascia riposare fino a che diventa almeno tiepido (va bene anche raffreddato completamente).

7. Srotola la pasta sfoglia e tagliala in 4 parti, a croce.

8. Posiziona un quarto del ripieno al centro di ogni rettangolo.

9. Spennella i bordi con un po’ di latte vegetale e poi chiudi i rettangoli piegando la pasta su una diagonale.

10. Sigilla e decora i bordi con i rebbi di una forchetta, poi spennella anche tutta la superficie con il latte vegetale.

11. Inforna in forno preriscaldato a 200°C per 20 minuti o fino a che i triangoli sono ben dorati.

12. Servi le hand pies ben calde, accompagnandole con una salsa gravy ai funghi.

MENU DI NATALE – Contorno: carote arrosto glassate

INGREDIENTI x2 persone

6 carote di media misura

2 cucchiai di olio evo

3 cucchiai di aceto balsamico

1 cucchiaino di zucchero

Qualche rametto di timo

15 min girando + 7 minuti con glassa

PROCEDIMENTO

1. Lava bene le carote e tagliane le punte.

2. Senza sbucciarle, tagliale in pezzettoni di simile misura. Tagliandole in obliquo saranno più gradevoli alla vista.

3. Mettile in una teglia antiaderente e condiscile con un pizzico di sale e due cucchiai d’olio evo.

4. Inforna a 200°C per 15 minuti, girandole a metà.

5. Sciogli lo zucchero nell’aceto balsamico e, quando saranno trascorsi i 15 minuti di cottura, condisci le carote con la miscela, mischiando bene per ricoprirle uniformemente.

6. Aggiungi anche qualche foglia di timo e inforna nuovamente per altri 7 minuti, girandole una volta a metà cottura.

7. Servi le carote glassate con altre foglioline di timo fresche.

Menu di natale – dessert: Bicchierini black forest (vegan & glutenfree)

INGREDIENTI x7 bicchieri/porzioni

Per la base al cacao:

170 g di farina di riso

30 g di fecola di patate

1 cucchiaino di lievito per dolci

4 cucchiai di zucchero

3 cucchiai cacao

1 pizzico sale

270 ml latte di soia al naturale

1 cucchiaio di olio di semi

Per la farcitura:

350 ml di latte di soia o di avena al naturale

20 g di fecola

50 g di zucchero

1 punta di aroma di vaniglia

1/4 di cucchiaino di agar agar in polvere

200 ml di panna da montare vegetale

50 ciliegie o amarene denocciolate e sciroppate, con il loro sciroppo

30 g di cioccolato fondente senza latte

PROCEDIMENTO

1. Prepara la base al cacao unendo farina di riso, fecola, lievito, zucchero, cacao ed un pizzico di sale in una ciotola, e mischiando fino a che ne risulta una polvere uniforme.

2. Aggiungi un cucchiaio d’olio di semi e 270 ml di latte di soia, poi mischia di nuovo con una frusta per sciogliere tutti gli eventuali grumi.

3. Scalda una padella antiaderente su un fuoco basso ed ungila leggermente con un filo d’olio di semi.

4. Dosando la pastella al cacao, cuoci nella padella dei piccoli dischetti, come fossero pancake, del diametro del tuo bicchiere: io ne ho realizzati 14 dal diametro di 7/8 cm, e ne ho utilizzati 2 per bicchiere per un totale di 7 bicchieri.

5. Dedicati alla farcitura: metti il latte in un pentolino (se non ami il sapore del latte di soia, puoi usare quello di avena, che è più delicato) e sciogli al suo interno la fecola di patate, lo zucchero e l’agar agar (quest’ultimo è facoltativo), mischiando bene con la frusta.

6. Porta il liquido ad ebollizione in modo che si addensi, poi spegni la fiamma e lascia raffreddare.

7. Monta la panna vegetale fino a che è ben soda.

8. Riprendi la crema raffreddata, sbattila bene con la frusta per renderla liscia e poi uniscila alla panna montata, aggiungendo quest’ultima in 2 o 3 mandate e mischiando vigorosamente.

9. Infine, trita grossolanamente il cioccolato fondente e dividi le ciliegie dal loro sciroppo, per comodità.

10. Componi ogni bicchierino in questo modo: posiziona sul fondo un dischetto al cacao, bagnalo con due cucchiai di sciroppo, crea uno strato di crema, poi posiziona sopra 3 o 4 ciliegie e ripeti una seconda volta la stratificazione.

11. Completa la superficie con il cioccolato fondente tritato e servi dopo aver fatto riposare per almeno un paio d’ore.

Ti potrebbero interessare:

Hummus
Hummus

A giudicare dai social, pare che solo i vegani mangino l’hummus! Eppure è talmente buono

Continua...